Prima Esperienza

Approfondisci

Mi chiamo Laura ho trent’anni e faccio la escort accompagatrice non è il mio lavoro principale ma solo temporaneo per via delle mie esigenze per vivere meglio, avevo poco più di 18 anni quando da Napoli (la mia città) mi sono trasferita a Milano e devo dire che fino a qualche anno fa economicamente stavo bene, avendo avuto la fortuna di nascere bella qui a Milano ho avuto l’opportunità di fare la modella, sfilavo e posavo per una azienda di moda di costumi e intimo ma nonostante la mia cura per il corpo e la forma fisica con il tempo gli ingaggi e con essi anche il mio stile di vita è cambiato mi sono dovuta trasferire in un monolocale e alla fine mi sono ritrovata a svolgere un lavoro che mai avrei pensato di fare.

L’anno scorso toccai sul serio il fondo, non avendo neanche un centesimo chiesi al mio datore di lavoro di anticiparmi lo stipendio di due settimane ma lui essendo una persona scorbutica si rifiuto cosi quel pomeriggio me ne tornai a casa disperata non sapendo proprio cosa fare.

Salendo le scale del palazzo in qui vivevo incontrai Marco un uomo su una cinquantina d’anni portati malissimo non sapevo molto su di lui sapevo solo che era un ragioniere sempre arrabbiato con la moglie infatti litigavano spesso che le urla si sentivano da casa mia.

Anche in quella occasione scendeva le scale visibilmente arrabbiato urlando che la moglie aveva dimenticato di prendersi le chiavi di casa e lui era obbligato ad aspettare il suo rientro prima di andare via, ad un tratto mi senti dire “secondo me lo fa apposta a farmi incazzare tu non credi?” alzai lo sguardo per cercare di rispondergli pur non sapendo cosa dirgli gli sorrisi semplicemente non amavo intromettermi in questioni che non mi appartenevano ma Marco continuo a maledire sua moglie evidentemente aveva bisogno di sfogare la sua rabbia e io non so il perché ma mi senti di ascoltarlo.

Lo invitai a bere un bicchiere d’acqua e a cercare di calmarsi, cosi entro in casa mia e ci sedemmo in cucina dove gli dieti dell’acqua e lui continuava, “si farebbe al meno scopare di tanto in tanto quella stronza ma invece e peggio di una suora non capisce che sono un uomo e che ho le mie esigenze” parlava in quel modo di sua moglie con me toccandosi ogni tanto il pacco.

Inevitabilmente lo sguardo mi cadde proprio li e iniziai ad arrossire quando lui si accolse che gli stavo guardando la protuberanza in quel momento non sapevo che la mia vita stava per cambiare, mi fece la proposta “vorresti farmelo tu un pompino dato che lo stai guardando? Sono sicuro che ti piacerà e sarà un dolce segreto tra noi”.

Rimasi letteralmente di ghiaccio dinanzi alla sua proposta lui insistette con “dai se lo fai ti do 50 euro” non erano tanti soldi ma quel giorno ne avevo davvero di bisogno così alla fine accettai.

Andammo in salotto dove si mise sul divano e lo caccio di fuori lo aveva già duro inizio a spronarmi con “forza prendimelo in bocca” chiedendomi di mettermi in ginocchio di fronte a lui, ero a pochi centimetri dal suo attrezzo e mi sentivo da un lato eccitata e dall’altro lato combattuta alla fine gli feci quel pompino che lui tanto desiderava, inizialmente mi senti impaciata ma poi inizia a provare piacere che poco dopo lui venne.

Mi diete i soldi e andò via da casa mia con le palle svuotate vedendo con quanta facilita e in poco tempo guadagnai inizia a pensare di fare la escort accompagnatrice milano come secondo lavoro.

Cosi la mattina dopo iniziai a pubblicare su vari siti di annunci escort MilanoIncontri escort a Milano i miei annunci.

Tutti iniziavano con: Sono Laura seducente ragazza italiana molto passionale e vogliosa amante del sesso in tutte le sue sfumature e riseco ad accontentare tutti anche i più esigenti.

Ad oggi sono una escort molta conosciuta e apprezzata professionalmente, la mia vita economica è cambiata totalmente e non vivo più nel monolocale, il mio primo “cliente” Marco ci vediamo ogni tanto ma non più spesso.